Cavalieri perdenti (Noasca, valle Orco), 7 aprile 2017

Cavalieri perdenti (Noasca, valle Orco), 7 aprile 2017

postato in: Crag climbing | 0

Dopo numerosi fine settimana dedicati alla nuova passione autunno-inverno 2016-17, la tavola (o snowboard, che dir si voglia…), eccomi di ritorno all’arrampicata sportiva. Questa volta sono in compagnia di Marco, una guida alpina che conobbi anni fa a Chivasso quando lui era un istruttore della locale sezione del CAI. Oggi andiamo al settore dei Cavalieri Perdenti, sopra Noasca, in valle Orco, una paretina sulla quale sono state tracciate alla fine degli anni ‘70 alcune vie di placca considerate, al tempo, di elevata difficoltà poiché poco proteggibili (gli spit dovevano ancora fare la loro comparsa in valle).
In tutta sincerità, sul momento non sapevamo bene cosa stessimo salendo. Alpinismo esplorativo, mi verrebbe da dire. Poi di ritorno alla macchina abbiamo appurato che siamo saliti (probabilmente) su “Amico senza biro” per poi ricongiungerci nella parte alta a “Paperinik” o a “Gogna dixit”. Secondo la bibbia di Maurizio Oviglia (“Valle dell’Orco”, edizioni Versante Sud) siamo sul 5c, S1-S2 per ciò che concerne la chiodatura, 300 mt (?) lo sviluppo. Posti dimenticati…di qui non ci salgano in tanti. Noi abbiamo raggiunto le placconate finali e siamo usciti in cima, nel bosco, dal quale siamo tornati all’auto seguendo il bel sentiero natura del vallone del Roc. Attenzione! Raggiungere il sentiero dall’uscita delle vie non è agevole: calcolare almeno un’oretta di ravanamento in conifera…

Lascia un commento