Santuario di Clavalité (Cheneil, Valtournenche), 15 aprile 2017

Dopo tre mesi di snowboard sulle piste della Vallée, siamo un poco stufi. Ecco che, con il fido compare, decidiamo di andare a mettere il naso al di fuori delle piste, o meglio, di farci un “fuori pista”. La meta è famigliare, conosco la conca di Cheneil come il mio salotto. Siamo saliti al santuario di Clavalitè (2530 mt di altitudine), sullo spartiacque tra Chamois e Cheneil. Dislivello abbordabile (circa 500 metri), pericoli ridotti al minimo. Giusto per il gusto di iniziare a mettere la tavola nella “pow” come dicono gli amerikeni. Beh, di powder in giro ce n’è ben poca (forse non ce n’è affatto) con ‘sta caldazza anomala associata ad assenza di precipitazioni. Però l’uscita è servita a farci intendere immediatamente cosa significa abbondonare la tranquilla sicurezza della pista per inoltrarsi nell’inconnu (si fa per dire)…Neve comunque sciabile, ci siamo divertiti. A Cheneil, a distanza di una settimana, ampie chiazze di terreno sono oramai visibile ovunque.

 

” ]

 

 

Lascia un commento