Velo_ORBella via di arrampicata di media difficoltà, tra i versanti orientale e meridionale del monte Mucrone; la via si snoda lungo una spalla che sorregge il lato destro orografico del canalone, alto un centinaio di metri, che conduce al colle del Limbo (2095 mt) dalla base della parete Piacenza. L’itinerario percorre la cresta mantenendosi ove possibile sul filo e aggirando alcune difficoltà. Il passo chiave è costitutito da una placca, se non verticale, piuttosto ripida ma protetta da alcuni spit, la quale permette di innalzarsi su di un bel torrione, evidente già a distanza; è qui che si concentrano le difficoltà (4c – V, forse qualcosa di più). Il resto della via presenta difficoltà minori (3b/3c – IV-/IV) sebbene i tratti di arrampicata siano piuttosto divertenti e mai banali.

Come tutte le vie di montagna, se percorsa con gli scarponi le difficoltà possono apparire maggiori e l’ingaggio aumenta in proporzione alle proprie capacità.

La via è spittata (nei punti più delicati sono presenti numerosi spit); portarsi una serie di Camalot dallo 0.5 al 2 e qualche dado, seppure non indispensabile, può essere una buona idea. I tiri sono piuttosto brevi (massimo 30 mt); maggiori lunghezze sarebbero problematiche per l’attrito della corda. Roccia ottima.

Beautiful climbing route located between the eastern and southern walls of monte Mucrone; the route winds along the shoulder and ridge that support the right side of the one hundred meter high couloir which leads to the “colle del Limbo” (2095 meters) from the base of “parete Piacenza” (Mucrone’s east wall). The climb runs along the ridge keeping the edge wherever possible and bypassing some difficulties. The key step is a slab, if not vertical, quite steep, protected by some bolts that allows you to climb a tower already visible from a distance; this is where the difficulties are concentrated (4c – V, maybe more). The route remaining parts are less difficult (3b / 3c – IV- / IV) although the climb is still enjoyable and never boring.

Like all mountain routes, if climbed wearing your boots the “Spigolo del Velo” may look more difficult and the required climbing level increases proportionally to your skills.

The way is bolted; if you get Camalots (we took some from 0.4 to 1) and a few chocks, although not essential, may be a good idea. The pitches are fairly short (30 meters max); longer pitches would be problematic ‘cause of the rope friction. The rock is excellent.

Tipo d’itinerario / Route: arrampicata su roccia; protezioni: spit in loco / Rock climbing; protections: bolts on site

Altitudine min & max / Altitude min & max: 1890 mt / 2100 mt

Dislivello avvicinamento / Difference in height, approach: ca. 200 mt

Dislivello arrampicata / Difference in height, climb: ca. 150 mt

Esposizione principale / Main face: S

Tempo di percorrenza complessivo (avvicinamento e via) / Overall time (approach and climbing): 4 ore / 4 hours

Valutazione globale / Global rating: AD+

Impegno complessivo e difficoltà tecnica (scala francese e UIAA) /  Commitment and technical grade (French and UIAA grade): 4c – V

Accesso stradale / Road access: raggiungere Biella e, da qui, in circa mezz’ora, il Santuario di Oropa e la sovrastante stazione della funivia per Oropa Sport (1870 mt). Qui si può lasciare l’auto nell’ampio parcheggio.

Reach Biella and from here drive up to the Sanctuary of Oropa (around half an hour from Biella) and the cableway station for Oropa Sport (1870 mt). You can park here in the wide parking lot on the left of the station.

Accesso alla via / Climbing route approach: prendere la funivia che in pochi minuti conduce alla stazione di Oropa Sport. Qui il link al sito degli impianti con orari e prezzi:

http://www.funivieoropa.it/orari-e-tariffe/

Per chi volesse salire a piedi (come ha fatto il sottoscritto), vi sono due possibilità:

1) prendere la pista Busancano (la pista da sci che collega Oropa Sport ad Oropa), che inizia a pochi passi dal grande parcheggio della funivia; ATTENZIONE: ad oggi (agosto 2016) la pista Busancano è chiusa per rischio di crolli e frane! Informarsi prima di partire!

2) in macchina (o a piedi), prendere la strada per la galleria Rosazza, a pochi metri dalla stazione di partenza della funiva, dietro il santuario nuovo; lasciata sulla sinistra una trattoria, al secondo dei tornanti che si incontrano salendo ci si imbatte nel caratteristico tempietto denominato “Delubro” dal quale diparte il Sentiero D14 che conduce anch’esso ad Oropa Sport.

Entrambe i percorsi richiedono circa un’ora e un quarto, un’ora e venti di salita.

Dalla stazione di arrivo della funivia di Oropa (o dall’uscita della Busancano) procedere verso il vicino lago del Mucrone in circa 10 minuti; raggiunto il lago, costeggiarlo brevemente sulla sinistra (salendo) sino a reperire il sentiero D52 che sale serpeggiando sulla cresta nord/nord-est della montagna. Dopo qualche centinaio di metri il tracciato si biforca e si prende a sinistra il sentiero per il colle del Limbo, il quale scende tagliando prima erti pendii erbosi (presenti alcuni cordoni di sicurezza per rendere più sicura la progressione) e poi attraversando vaste pietraie verso la base della parete nord-est del Mucrone. Seguendo i segni bianco-rossi si oltrepassa la spalla che divide il versante nord-orientale da quello orientale (parete Piacenza), sino a raggiungere, con numerosi saliscendi su pietraia (faticoso e monotono) la base della verticale parete Piacenza (un’ora-ora e mezza da Oropa Sport), ove si snodano numerose e difficili vie d’arrampicata. Seguire i segnavia sino all’inizio del ripido canale di pietre e sfasciumi che, se percorso sino in cima, porterebbe alla bocchetta (o colle) del Limbo (2095). Salendo, sulla destra, si riconosce l’attacco della ferrata del Limbo, mentre dal lato opposto si riconosce il crestone che costituisce la destra orografica del canale e sul quale si snoda la via del Velo. Alla base del suddetto canale si stacca sulla sinistra (salendo) una traccia che, in pochi minuti – più o meno in falsopiano – conduce all’attacco della via. La piastrina citata in numerose relazioni che dovrebbe indicare il punto di partenza della via non esiste più; l’attacco si riconosce pertanto, aguzzando un poco la vista, dal primo spit presente sulla spalla, a qualche metro di altezza dall’attacco.

Take the cableway which in a few minutes leads to the arrival station of Oropa Sport. Here’s the cable-way website with tickets and timetable info:

http://www.funivieoropa.it/orari-e-tariffe/

For those wishing to walk up (as I did), there are two possibilities:

1) take the so called “Busancano” (the ski slope that connects Oropa Sport to Oropa), which starts a few metres from the cable way’s large parking lot; CAUTION: to date (August 2016) the Busancano  track is closed for landslides risks! Ask for updated info before you leave!

2) by car (or on foot), take the road to the Rosazza tunnel, a few metres from the cableway station; leave on the left a “trattoria”, after the second hairpin bend you come across the characteristic small temple called “Delubro”, from which starts the D14 track leading also to Oropa Sport.

Both routes take about an hour and a quarter, an hour and twenty minutes.

From the cableway arrival station (or the exit of the Busancano track) proceed to the nearby lake Mucrone (10 minutes); once you have reached the lake, walk on the left lake banks (right orographic side) for a short drive along the left (going up) until finding the D52 path that winds up the ridge north / northeast of the mountain. After a few hundred meters the path takes a fork: take the left path to the Limbo pass, which descends cutting first steep grassy slopes (some security ropes are present  for a safer progression) and then through large rock screes towards the base of the north-east wall of Mucrone. Following the red and white signs, cross the shoulder which divides the north-eastern from the eastern side  (called “parete Piacenza”) until you reach, with many ups and downs on stony screes (tiring and monotonous) the base of the vertical “parete Piacenza” wall  (one hour – one hour and a half from Oropa Sport), starting place for many difficult climbing routes. Follow the trail up to the beginning of the steep couloir,covered with broken stones and debris that, if followed to the top, would lead to the pass (“colle del Limbo”, 2095 mts). While going up, on the right, you can recognize the start of the “ferrata del Limbo”, while on the opposite side you can spot the ridge that forms the (orographic) right bank of the couloir where is placed our climbing route. At the base of the above couloir you can spot a small track off the main path (left going up): take it and, in a few minutes you reach the climbing start. The plate mentioned in a number of reports which should show you the route starting point is no longer there; the start is therefore recognizable ‘cause of the first spit on the ridge, a few meters above the start.

Descrizione dell’itinerario / Route description:

L1: si risale la prima sezione dello spigolo con difficoltà sul II – III (UIAA); presente uno spit; la lunghezza del tiro è sui 20 metri, con sosta su due spit con cordone.

Climb the first section (II – III, UIAA); one bolt; the pitch length is about 20 meters, belay on two bolts and ropes.

L2: secondo tiro ancora di circa 20 mt, stesse dificoltà del precedente. Presenti un paio di spit.

Second pitch still around 20 meters, as difficult as the previous one. A couple of bolts on site.

L3: si procede aggirando sulla destra un piccolo torrione, protetto da uno spit (ad altezza viso) e, subito dopo aver aggirato il torrione, un vecchio chiodo; si traversa quindi sulla paretina fino allo spit successivo (poco più di 20 mt, forse qualcosa di più) e poi si procede in piano camminando. Appena possibile conviene sostare e preparare una sosta su friend (III-IV- UIAA).

Climb on bypassing a small tower on the right, protected by a bolt (at same level of your face) and, immediately after passing the tower, an old piton; then cross the small wall up to the next spit (just over 20 meters, maybe something more) and proceed walking. As soon as you can stop and arrange a belay using a couple of friends (UIAA III-IV).

L4: breve tiro, una decina di metri camminabili in piano fino alla base della parete verticale; sosta su spit e un vecchio chiodo (presente un cordone).

Short pitch, a dozen of meters, walkable up to the base of a vertical wall; belay on one spit and a piton (rope on site).

L5: placca con il passaggio chiave della via (passi di IV e un paio di V UIAA, tutti comunque ben protetti da spit e, volendo, azzerabili) su di un torrione piuttosto verticale, con successivo ribaltamento per raggiungere la sosta, posta un paio di metri al di sotto della placca sommitale; lunghezza circa 35 metri. Sosta attrezzata con cordone su chiodi.

Slab with the climb key stepz (IV and a pair of V UIAA, all well protected by bolts) on a rather vertical tower, with subsequent overturning to reach the belay, a couple of meters below the top; about 35 meters long. Belay equipped with pitons and connected by a (piece of) rope.

L6: proseguire in cresta e poi aggirare il roccione sulla sinistra fino a raggiungerne la cima; da qui scendere qualche metro sino al colle del Limbo ed al relativo sentiero (II UIAA, circa 30 metri).

Follow the ridge and then bypass the big rock on the left until you reach the top; from there, walk down a few meters up to “colle del Limbo” and the path (II UIAA, about 30 meters).

Discesa / Descent: 1) scendere il sentiero del Limbo sino alla base del canalone e riprendere il percorso compiuto all’andata; 2) salire in vetta al Mucrone, sempre percorrendo il sentiero del Limbo; oppure infine 3) continuare ad arrampicare sulla “via 35” la quale anch’essa conduce nei pressi della cima del Mucrone.

1) From “colle del Limbo” you can reach the base of the couloir and walk back the path D52 “sentiero del Limbo” taken on the first leg; 2) walk up to the summit of Mucrone, still following the “sentiero del Limbo”; or 3) keep on climbing on the near “Via 35” which also leads to the top of Mucrone.

Lascia un commento